La ricerca e sviluppo è garantita dal Centro Mondiale per l’Innovazione del Groupe Roullier, che, per quanto riguarda la nutrizione animale, è focalizzato sui nutrienti minerali: macro, meso e microelementi. E’ al CMI che sono state studiate le 3 specificità degli integratori Timazootec: Neophos, Calseagrit e Mag26. Il fosforo completo, il calcio organico selezionato e il magnesio efficace.

Frutto della ricerca sperimentale in laboratorio, ognuno di questi elementi costituisce un punto di forza per il benessere dell’allevamento e agisce sull’efficienza del rumine che è alla base della produttività dei bovini e degli altri ruminanti.

Il motivo risiede nella loro elevata biodisponibilità, che ne facilita l’assorbimento diretto, rendendo possibile nutrire con efficacia la mandria, limitando al contempo l’impatto ambientale dovuto allo spreco delle risorse.

Mag26 soddisfa in modo ottimale i fabbisogni fisiologici di magnesio e di fosforo e, grazie al suo elevatissimo potere tampone, concorre alla creazione di un ambiente ruminale ottimale per i microorganismi, mantenendo stabile il pH.

Calseagrit è fonte di carbonato di calcio, carbonato di magnesio, ferro, iodio ed altri oligoelementi (quali: manganese, zinco, rame, cobalto, selenio).

Stimola l’attività microbica e permette una migliore digeribilità della dieta, grazie alla qualità del calcio, garantita dalla selezione e dalla raffinazione dello scheletro di alghe calcaree da cui origina.

Come si ottiene la biodisponibilità dei minerali?

La biodisponibilità è la percentuale di effettivo assorbimento di un nutriente, che viene assimilato dall'organismo sotto forma di alimento e consiste nella quantità in cui tale nutriente è disponibile affinché l’animale eserciti la sua attività fisiologica.

L'organismo animale è costituito per il 95,7% del suo peso da acqua, proteine ed idrati di carbonio, e per il restante 4,3% da macro e micro elementi in tracce, la cui biodisponibilità è influenzata da 3 fattori:

La digeribilità, che implica:

1. La trasformazione di sostanze complesse in sostanze semplici che vengono poi trasportate all’interno dell’organismo tramite la circolazione venosa e linfatica.

2. Il trasporto, che provvede alla distribuzione degli elementi nutritivi e delle sostanze ingerite negli organi.

3. L’assorbimento, ovvero il passaggio della sostanza nutritiva semplice attraverso le membrane biologiche, al fine di trasformare l’elemento in energia pronta per l’organismo.

La tecnica della chelazione

La tecnica della chelazione mira proprio a rendere più biodisponibile gli elementi nutritivi di cui le nostre specificità sono ricche.

Prodotti come Timaker, Timablap, Nutritiel e Timalait HD+ sono valorizzati da questa tecnica, che favorisce la solubilizzazione e, quindi, l’assorbimento di uno specifico composto, la cui struttura chimica - a causa dei legami che si creano - assume la tipica forma di un granchio che stringe tra le sue chele l’atomo centrale (da qui, la dicitura “chelazione”).

Tali forme chimiche, dette “chelati” si legano ad altri oligoelementi in modo da renderli ancora più biodisponibili per mezzo di una reazione chimica, nella quale un atomo metallico viene legato da un reagente (chelante) tramite più legami coordinativi.

I benefici dei nostri integratori

Il principale beneficio legato all’impiego degli integratori Timazootec.com nella dieta dei ruminanti risiede nel fatto che gli oligoelementi in forma organica sono meno soggetti a dissociazione lungo il tratto enterico, con minor probabilità di formare composti indigeribili.

Un minerale maggiormente biodisponibile di un altro fornirà una proporzione superiore di nutriente digeribile. Pertanto, può essere somministrato in quantità inferiori, riducendo, in linea teorica, l’inefficienza legata a sovradosaggi.

Eventuali problemi di questo tipo possono essere tenuti sotto controllo valutando il livello di assorbimento delle sostanze tramite profili ematochimici, ovvero analisi di laboratorio utili a rivelare le sostanze presenti nel sangue.

Non mancano i vantaggi connessi alla tutela dell’ambiente che riprendono il concetto di sostenibilità e di minimizzazione degli sprechi di risorse, tramite una somministrazione precisa e pesata degli elementi nutritivi utili alla produzione.